Editor

L’art. 7 del decreto Dignità, approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 luglio 2018 contempla che siano da considerarsi non rientranti nel beneficio del credito d’imposta ricerca e sviluppo le spese sostenute per l’acquisizione di competenze tecniche e privative industriali relative ad un’invenzione industriale o biotecnologica, a una topografia di prodotto a semiconduttori o una nuova varietà vegetale, anche acquisite da fonti esterne quando derivanti da operazioni tra imprese appartenenti al medesimo gruppo. Si considerano appartenenti al medesimo gruppo le imprese controllate, controllanti o controllate da un unico soggetto.

Nello specifico, a decorrere dalla data di entrata in vigore del menzionato decreto, ai fini dell’applicazione della disciplina del credito d’imposta, non si considerano ammissibili i costi sostenuti per l’acquisto, anche in licenza d’uso, delle competenze tecniche e privative industriali derivanti da operazioni intercorse con imprese appartenenti al medesimo gruppo.

5 Luglio 2018

Decreto “Dignità”: credito d’imposta R&S con esclusione dei beni immateriali

L’art. 7 del decreto Dignità, approvato dal Consiglio dei Ministri il 2 luglio 2018 contempla che siano da considerarsi non rientranti nel beneficio del credito d’imposta […]
4 Luglio 2018

Progetto Theorem: incontro in tema di marchi d’impresa

Il prossimo 10 luglio, a partire dalle ore 14.00, presso Polihub, è in programma il 4° incontro del progetto Theorem. Il tema dell’iniziativa sono i Marchi […]
27 Giugno 2018

Il segno «france.com» non può essere registrato come marchio dell’Unione

Si segnala la sentenza T-71/17 France.com, Inc. / EUIPO del Tribunale U.E. pronunciata in data 26 giugno 2018 con cui l’EUIPO ha affrontato il confronto tra […]
22 Giugno 2018

Nasce Horizon Europe per finanziare i futuri progetti di ricerca e di sviluppo delle imprese

La U.E. ha stanziato 100 miliardi di euro quale nuova dotazione finanziaria complessiva a sostegno dei progetti di ricerca e di sviluppo. E di questi, 97,6 […]