Editor

Con la liberalizzazione dello scorso anno ICANN ha reso disponibili moltissimi nomi di dominio di primo livello (gLTD).

Molte imprese hanno registrato il proprio marchio come nome di dominio di primo livello (gLTD).

Fra queste anche il noto rivenditore Amazon ha chiesto la registrazione del nome di dominio .amazon.

Senonché l’ICANN ha rifiutato la domanda di Amazon per il gTLD .amazon ritenendo  che una tale appropriazione potesse porre dei problemi nei confronti dei paesi dell’America Latina attraversati dal Rio delle Amazzoni (Brasile e Peru),  pregiudicando la possibilità di utilizzare tale estensione per esigenze di pubblico interesse connesse alla tutela, promozione e sensibilizzazione sui temi legati all’Amazzonia.

18 Giugno 2014

Un primo passaggio circa il nome di dominio di primo livello “.Amazon”

Con la liberalizzazione dello scorso anno ICANN ha reso disponibili moltissimi nomi di dominio di primo livello (gLTD). Molte imprese hanno registrato il proprio marchio come […]
16 Giugno 2014

Tmview anche in arabo

Uno dei problemi delle ricerche sui marchi nei Paesi che non adottano l’alfabeto latino,è la difficoltà di reperire le informazioni sui marchi quando questi sono espressi […]
28 Maggio 2014

La Danimarca approva con referendum il tribunale sui brevetti ad effetto unitario

Il Brevetto ad Effetto Unitario che si affiancherà al Brevetto Europeo per i Paesi dell’UE che lo hanno approvato (tutti tranne Italia e Spagna) è retto […]
27 Maggio 2014

Primi (significativi) passi per una tutela dei segreti industriali a livello comunitario

Il Consiglio dei Ministri dell’UE ha adottato una posizione volta a definire il quadro generale per stabilire una direttiva sulla tutela dei segreti industriali a livello […]