Bando Marchi+3: incentivi alle PMI che registrano marchi europei o internazionali

Bando Marchi+3: incentivi alle PMI che registrano marchi europei o internazionali

Si segnala che in considerazione dell’esaurimento delle risorse inizialmente stanziate, il Ministero dello Sviluppo Economico aveva pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n. 62 del 14 marzo 2019 un avviso per sospendere l’acquisizione del protocollo on-line preordinato alla presentazione delle domande di agevolazione a valere sulla misura Marchi+3.

Successivamente, con decreto direttoriale del 26 novembre 2019 ha incrementato la dotazione finanziaria iniziale del bando Marchi+3 disponendo la riapertura dei termini per la presentazione delle domande di accesso al contributo; ha stabilito che il form per l’assegnazione del protocollo online sarà nuovamente attivo a partire dalle ore 9:00 del 30 marzo 2020 e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

È stato, quindi, riaperto il bando Marchi+3 per le micro, piccole e medie imprese presenti su tutto il territorio nazionale. Le agevolazioni sono concesse per favorire la registrazione di marchi dell’Unione europea presso EUIPO o di marchi internazionali presso OMPI (Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale). Sono finanziabili le spese di progettazione del marchio, di assistenza per il deposito e di assistenza legale per azioni di tutela del marchio. Le domande possono essere presentate a partire dal 30 marzo 2020 relativamente ai marchi già registrati. Ogni impresa potrà contare fino a 20 mila euro di contributo.

Le informazioni sulla procedura sono disponibili sul sito internet marchipiu3.it, appositamente predisposto da Unioncamere in qualità di soggetto gestore della misura. La misura Marchi+3 ha una dotazione disponibile di circa 3,5 milioni di euro e l’incentivo viene riconosciuto per l’acquisto di servizi specialistici finalizzati alla registrazione di marchi europei e internazionali.

Lascia un commento