Chi è l’utilizzatore informato: le sentenze della giurisprudenza europea

Chi è l’utilizzatore informato: le sentenze della giurisprudenza europea

L’utilizzatore informato è una figura fittizia creata nell’ambito dell’Unione Europea in tema di protezione dei Disegni e dei Modelli registrati e non registrati.

I requisiti di registrabilità di un disegno o modello nell’Unione Europeo sono la novità e il carattere individuale.

Il requisito della novità si basa su un criterio oggettivo, per cui il disegno o modello non può essere identico a un altro precedentemente divulgato, e su un criterio soggettivo, si ha identità anche quando le caratteristiche differiscono solo in dettagli irrilevanti.

Se su quest’ultimo criterio soggettivo intervenisse l’utilizzatore informato invece del designer, il requisito della novità verrebbe a coincidere con quello del carattere individuale svuotadolo di significato.

Dove invece è fondamentale e decisivo l’intervento dell’utilizzatore informato è per il requisito del carattere individuale, consistente in quell’aspetto del disegno o modello che produce appunto nell’utilizzatore informato un’impressione complessiva differente rispetto all’aspetto dei disegni o modelli precedenti, criterio soggettivo attribuibile senza ombra di dubbio all’utilizzatore informato.

La nozione di utilizzatore informato viene pertanto via via specificicata dalla giurisprudenza, a secondo del tipo di disegno o modello di cui si tratti (moda, arredamento, automobilistico, ecc.), e in generale consiste in un consumatore più attento, esperto, attento, diligente e avveduto del consumatore medio, cosciente del margine di libertà di cui gode il designer nel settore di riferimento, in sostanza una via di mezzo tra il designer esperto del settore e il consumatore qualsiasi.

La giurisprudenza europea rilevante in questo ambito ricomprende le seguenti sentenze.

Irish High Court: 2007 IEHC 449, Karen Millen Ltd v. Dunnes Stores Ltd (design comunitario non registrato) – 21 dicembre 2007 oggetto anche di rinvio pregiudiziale

Sentenza della corte

 

  

 

Tribunale della UE: T-10/08, Kwang Yang Motor Co., Ltd v. UAMI, Interveniente Honda Giken Kogyo Kabushiki Kaisha – 9 settembre 2011 

Sentenza della corte

 

Corte di Giustizia della UE: C/281/10 P, PepsiCo Inc. v. Grupo Promer Mon Graphic SA / UAMI – 20 ottobre 2011

Sentenza della corte

 

Tribunale della UE: T-525/13, H&M v. UAMI, Interveniente Yves Saint Laurent SAS – 10 settembre 2015

Sentenza della corte

 

Lascia un commento