Marchi e brevetti adeguamento alle norme U.E.

Marchi e brevetti adeguamento alle norme U.E.

In data 20 novembre 2018, il Consiglio dei Ministri su proposta del MISE ha approvato in via preliminare due decreti legislativi di adeguamento dell’ordinamento interno alla normativa europea.

In particolare: 1/   il decreto di attuazione della direttiva (UE) 2015/2436 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2015, sul ravvicinamento delle legislazioni degli Stati membri in materia di marchi d’impresa nonché per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento (UE) 2015/2424, del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 dicembre 2015, recante modifica al Regolamento sul marchio comunitario; 2/   in accordo con il Ministro della Giustizia, il decreto di attuazione della delega di cui all’articolo 4 della legge 25 ottobre 2017, n. 163, per l’adeguamento, il coordinamento e il raccordo della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 1257/2012 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2012, relativo all’attuazione di una cooperazione rafforzata nel settore dell’istituzione di una tutela brevettuale unitaria, e alle disposizioni dell’Accordo su un tribunale unificato dei brevetti, ratificato e reso esecutivo ai sensi della legge 3 novembre 2016, n. 214.

Quanto ai marchi: la direttiva prevede di eliminare le disparità esistenti tra i titolari di marchi di certi Paesi rispetto a quelli di altri e che gli ordinamenti nazionali introducano nuove procedure amministrative, sia ampliando le fattispecie già esistenti in tema di diritti derivanti dal marchio, sia estendendo l’ambito di applicazione della tutela a nuovi tipi di marchio, superando il dato della mera riproducibilità grafica. Passando ai brevetti: il decreto modifica alcuni articoli del Codice della proprietà industriale relativi alla protezione brevettuale introducendo una tutela brevettuale negli Stati membri che partecipano alla cooperazione rafforzata.

Lascia un commento