Patent Box con “autodeterminazione” in dichiarazione

Patent Box con “autodeterminazione” in dichiarazione

Con l’articolo 4 del c.d. Decreto Crescita (D.L. 34/2019) la possibilità generalizzata di poter beneficiare del Patent Box autonomamente in dichiarazione diventa ufficiale; e ciò anche per l’utilizzo diretto dell’intangibile, ipotesi in cui il ruling rappresentava, sino ad oggi, l’unica e sola strada percorribile.

Pertanto, a decorrere dall’anno di imposta 2019, i soggetti che optano per il Patent Box possono scegliere, in alternativa alla procedura di ruling (obbligatoria in ipotesi di uso diretto facoltativamente attivabile in ipotesi di utilizzo indiretto infragruppo) di determinare e autoliquidare in proprio in dichiarazione il quantum liquidabile.

In aggiunta, il decreto ha introdotto la facoltà di dotarsi di un c.d. set documentale specifico ai fini sanzionatori, sulla base di un provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate di prossima emanazione.

Ne consegue che in ipotesi di contestazione di quanto specificamente auto-detassato, sussiste la garanzia della disapplicazione delle sanzioni.

 

Lascia un commento