Patent box: dalle Entrate in arrivo le analisi di benchmark per l’adesione automatica

Patent box: dalle Entrate in arrivo le analisi di benchmark per l’adesione automatica

Con provvedimento 30 luglio 2019, che ha dato la possibilità di optare per l’autoliquidazione del reddito agevolabile prevedendo semplificazioni per micro, medie e piccole imprese, è stata introdotta la possibilità per i beneficiari di esercitare l’opzione per la determinazione diretta del reddito agevolabile che permette di lasciare che il contribuente proceda in via autonoma. Rimane, pertanto, sul contribuente l’onere di predisporre la documentazione idonea che dovrà essere suddivisa nella sezione A e nella sezione B, come indicato nel provvedimento delle Entrate. In quest’ultima il contribuente dovrà illustrare il metodo adottato per la quantificazione del reddito nonché le ragioni per le quali lo stesso è stato selezionato.

Su tale base, l’Agenzia delle Entrate, su richiesta delle imprese, sta inviando i primi dati e le analisi di benchmark utili per valutare la convenienza dell’adesione automatica al Patent box, elementi di interesse anche ai fini della valutazione del rinnovo per i soggetti che giungono alla scadenza dei 5 anni.

Lascia un commento