Patent Box: facoltatività di conservazione della documentazione in autodeterminazione?

Patent Box: facoltatività di conservazione della documentazione in autodeterminazione?

Facendo seguito alla news pubblicata il 18 luglio 2019 attestante l’avvio della procedura di consultazione pubblica indetta dall’Agenzia delle Entrate sullo schema di provvedimento attinente le regole da seguire nel caso di opzione per la determinazione diretta del reddito agevolabile in alternativa alla procedura di ruling, Assonime ha pubblicato – in data 24 luglio 2019 – la propria risposta contenente osservazioni facendo rilevare la criticità dell’imposizione di configurare la tenuta della documentazione come condizione obbligatoria per poter fruire dell’agevolazione; detta misura, infatti, pare non trovi adeguato riscontro nell’art. 4 del D.L. 34/2019. Anzi, i commi 2 e 6 parrebbero richiedere la tenuta della documentazione solo quale onere facoltativo che, se correttamente adempiuto e tempestivamente comunicato all’Agenzia delle Entrate, consentirebbe la protezione del contribuente dall’applicazione di sanzioni amministrative in caso di rettifica della quota di reddito agevolato autoliquidata.

Analoga la protezione parrebbe, poi, estendersi anche alle possibili sanzioni penali conseguenti a eventuale dichiarazione infedele, previste in caso di superamento delle soglie.

 

Lascia un commento