Patent Box: quali opzioni adottare?

Patent Box: quali opzioni adottare?

A seguito dell’espunzione del beneficio per il marchio di impresa nel Patent Box, tutti i beneficiari dell’agevolazione che – nel periodo 2015/2019 – ne hanno usufruito con riferimento al solo marchio di impresa, oggi si trovano nella posizione di dover scegliere e valutare – nell’eventuale fase di rinnovo per il quinquennio 2020-2024 – se sostituire la privativa “marchio” con eventuali altri asset intangibili, tra cui anche il know-how, in precedenza non dichiarati oppure se rinunciare al rinnovo dell’opzione.

Sul punto, occorre adoperare prudenza in quanto l’eventuale sostituzione è fattibile per le sole realtà che possono documentare con certezza che effettivamente il know-how che si andrà a dichiarare è sorto adesso e non, invece, in precedenza. Si possono presentare, infatti, possibilità di revisione critica del precedente ruling presentato se e quando fondato su dichiarazioni del contribuente che si appalesano imprecise od infondate, con possibili conseguenze per le precedenti autocertificazioni presentate.

La sostituzione del marchio con altro diverso intangibile agevolabile può essere lecitamente posta in essere da chi – nel quinquennio precedente – ha già regolarmente denunciato la presenza di altro asset agevolabile oppure, per il know-how, da chi intenda avvalersi dell’autodeterminazione ex art. 4 DL 34/2019 in luogo del rinnovo del ruling.

Lascia un commento