Piadina Romagnola IGP: reputazione legata al territorio della Romagna

Piadina Romagnola IGP: reputazione legata al territorio della Romagna

In materia di IGP interessante segnalare la recente pronuncia del Tribunale dell’Unione Europea (la sentenza 23 aprile 2018 [T-43/15]) che ha chiarito che il documento unico e il disciplinare che accompagnano la registrazione IGP della Piadina Romagnola contengono indicazioni sui fattori umani, culturali e sociali, concernenti le conoscenze particolari di fabbricazione della piadina tramandate in Romagna di generazione in generazione nonché gli sforzi della popolazione della zona diretti a valorizzare il prodotto come proveniente proprio da detta zona, che sono all’origine della reputazione della piadina. Tali elementi consentono di stabilire l’esistenza di un legame tra la reputazione del prodotto e la zona geografica considerata a causa della sussistenza dei fattori umani. Grazie a queste tecniche di fabbricazione della piadina, inizialmente utilizzata per il consumo immediato, poi per il consumo differito, e grazie agli eventi socio-culturali organizzati dalla popolazione, il consumatore associa l’immagine della piadina romagnola, qualunque ne sia la modalità di realizzazione, al territorio della Romagna.

Lascia un commento