Song 2

Non può essere! Esclamò Damon dopo avere appreso da Graham che l’Ufficio Marchi e Brevetti della Nuova Caledonia aveva rifiutato la loro domanda di registrazione.

Nel provvedimento c’era scritto “la registrazione non può essere concessa perché l’espressione richiesta (Song 2) è priva di qualsiasi carattere distintivo per contraddistinguere “canzoni”. Se mai si ammettesse la pubblicazione del marchio, il titolare del marchio richiesto (Song 2) potrebbe impedire a chiunque di usare l’espressione Song 2 con grave nocumento della concorrenza”.

Graham – che era ed è un tipo molto riflessivo – disse: “ci sarà pure un modo per risolvere questo problema! Abbiamo investito così tanto su questo marchio…è la nostra identità, per Dio!”

Decisero così di chiamare la loro avvocatessa a Ginevra e gli chiesero quali rimedi si potessero adottare per mantenere l’esclusiva sul marchio “Song 2”.

L’avvocatessa ci tenne a precisare che era una loro fan e che avrebbe svolto il lavoro con entusiasmo.

Disse che la Nuova Caledonia aveva accettato le norme di diritto europeo benché non fosse Europa e che – in particolare – riconosceva la possibilità di depositare una prova d’uso che mostrasse l’uso riabilitante del marchio.

Decisero così di fare un sondaggio.

Il risultato fu sorprendente. La stragrande maggioranza dei nati tra il 1969 e il 1983 affermava senza esitazione che l’espressione “Song 2” corrispondeva alla celebre canzone dei Blur contenuta nell’omonimo disco.

La percentuale di conoscenza di “Song 2” tra i nati dal 1920 al 1969 era al di sotto del 20% degli intervistati mentre il campione comprendente i nati dopo il 1984 non era stato ritenuto attendibile.

L’Ufficio della Nuova Caledonia esaminò il survey ma si limitò a constatare “Il Provvedimento di rifiuto è confermato. Quanto alla richiesta vertente su un presunto “secondary meaning” del marchio richiesto, la prova depositata non fornisce alcun indizio inequivoco che l’uso di fatto abbia riabilitato la carenza di capacità distintiva”.

Stavolta fu Damon a comunicare a Graham l’esito infausto del ricorso. Erano ad Hong Kong poco prima di salire sul palco.

Damon non aspettò neanche la risposta di Graham. Prese il microfono e grido Woo-hoo!

 

 

Lascia un commento