Anche il packaging è tutelato

Anche il packaging è tutelato

Il Tribunale di Milano – Sezione Specializzata in materia di impresa – con la sentenza n. 11010/2014 del 20.03.2014, pubblicata il 17.09.2014 – risolvendo in primo grado la controversia insorta tra due note produttrici di patatine concorrenti (San Carlo e Amica Chips) circa la confondibilità delle rispettive confezioni, offre interessanti spunti inerenti l’ambito di tutela del Packaging.

Nella fattispecie, i giudici milanesi negando possibili ipotesi di contraffazione di marchio e chiarendo che la questione vertesse, invece, sul confezionamento del prodotto, hanno ravvisato la condotta illecita della concorrenza sleale per agganciamento parassitario (ai sensi dell’articolo 2598, comma secondo, c.c.) a causa della pedissequa riproduzione delle caratteristiche salienti e distintive delle confezioni, ipotesi che – pur non essendo ritenuta idonea ad ingannare sulla provenienza dei beni, neppure per associazione tra i prodotti – può indubbiamente influenzare le scelte di acquisto del consumatore medio, sfruttando, così, l’altrui lavoro di introduzione sul mercato e l’investimento per il marketing e per l’accreditamento.

Viene, pertanto, sanzionato il fenomeno del c.d. “look alike”, ovverosia l’imitazione dell’insieme degli elementi che appaiono all’esterno, costituendo il packaging del prodotto.

Sentenza

Comments are closed.