Attesa la pubblicazione del decreto per l’operatività del credito d’imposta sulle spese di R&S

Attesa la pubblicazione del decreto per l’operatività del credito d’imposta sulle spese di R&S

Ad integrazione di quanto già segnalato nella news del 21 ottobre 2015, si porta a conoscenza che è in via di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che rende operativo il credito d’imposta sulle spese in ricerca e sviluppo.

Si rammenta che l’agevolazione è fruibile da tutte le imprese senza limiti di fatturato, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui le stesse operano e dal regime contabile adottato.

L’agevolazione fiscale, utilizzabile a compensazione, è pari al 25% delle spese incrementali sostenute annualmente nel periodo 2015-2019 rispetto alla media realizzata nei tre anni precedenti. L’aliquota è elevata al 50% per le spese relative all’impiego di personale qualificato e per quelle relative a contratti di ricerca con università o altri enti equiparati e con start-up innovative.
L’investimento minimo per accedere allo sgravio fiscale è pari a 30 mila euro, mentre il beneficio massimo annuale è ammesso fino a 5 milioni di euro per ciascun soggetto.

Trattasi di misure che meritano il plauso in quanto sostengono l’innovazione “motore di crescita” e “fucina di occupazione di qualità”.

E, come affermato dal Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, i provvedimenti rappresentano ‘’un ulteriore tassello del quadro delle iniziative finalizzate al rafforzamento delle imprese che il Governo ha preso da quando si è insediato. Soltanto in questo modo, infatti, il sistema Paese può cogliere tutte le opportunità che si stanno affacciando con i primi concreti segnali di ripresa dell’economia’’.

Comments are closed.