News 2014

La Legge di Stabilità ha introdotto una novità in merito al regime di tassazione dei brevetti che avvicina l’Italia ad altri Paesi Europei. Il nuovo regime, cosiddetto “Patent Box” prevede l’esenzione integrale sia ai fini Ires che ai fini Irap del 50% delle royalties ritratte dalla concessione in licenza dei propri brevetti e altri beni immateriali. Per l’anno 2014 e 2015, la percentuale di redditi esenti è pari rispettivamente al 30% e al 40 per cento.
Anche le aziende che non licenziano i propri brevetti, ma li utilizzano internamente, potranno beneficiare dell’esenzione, per la porzione di reddito derivante dall’utilizzo del brevetto stesso. Tale porzione dovrà essere individuata in via preventiva con l’agenzia delle Entrate mediante una procedura di ruling. La stessa procedura dovrà essere seguita anche quando gliintangibles siano licenziati a società facenti parte dello stesso gruppo.
È prevista poi l’esclusione dal reddito in misura integrale anche per le plusvalenze derivanti dalla cessione dei beni immateriali, a condizione però che almeno il 90% della plusvalenza realizzata venga reinvestita in ricerca.

 

22 Dicembre 2014

Patent box: l’Italia si avvicina all’Europa nel regime di tassazione dei brevetti

La Legge di Stabilità ha introdotto una novità in merito al regime di tassazione dei brevetti che avvicina l’Italia ad altri Paesi Europei. Il nuovo regime, […]
16 Dicembre 2014

E’ deciso: il marchio “Equiter” è di Intesa Sanpaolo

Interessante pronuncia quella resa dal Tribunale Ue (nella causa T-47/12) con riferimento al marchio comunitario figurativo “EQUITER”, nel contesto della quale vengono approfonditi e chiariti gli […]
12 Dicembre 2014

La “pantera rosa” andrà alle sezioni unite della Corte di Cassazione

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione con l’ordinanza n. 46868 – depositata in cancelleria il 13 novembre 2014– ha provveduto a rimettere all’esame delle […]
11 Dicembre 2014

Non basta la semplice attività di “imbustamento” per giustificare il “Made in Italy”

La Corte di Cassazione, sezione III penale, con la sentenza n. 42874 del 14.10.2014 ha confermato che l’indicazione del “Made in Italy” su prodotti che non […]