COVID 19: Prorogata la sospensione dei termini per i procedimenti amministrativi

È stato pubblicato il decreto legge 8 aprile 2020, n.23 delle “Misure urgenti in materia di accesso al credito e di adempimenti fiscali per le imprese, di poteri speciali nei settori strategici, nonché interventi in materia di salute e lavoro, di proroga di termini amministrativi e processuali” in Gazzetta Ufficiale.
In particolare, l’art. 37 dispone che vengano prorogati al 15 maggio 2020 i termini di sospensione dei procedimenti amministrativi pendenti, fissati in precedenza al 15 aprile.

A conseguenza della disposizione, vengono sospesi per il periodo compreso fra il 23 febbraio e il 15 maggio 2020 tutti i termini, anche quelli perentori, relativi ai procedimenti amministrativi, su istanza di parte o d’ufficio, in pendenza al 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente.

UIBM conferma comunque che i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni e atti abilitativi ugualmente denominati con scadenza fra il 31 gennaio e il 15 maggio 2020 conservano la validità fino al 15 giugno 2020. Allo scadere di tale data, sarà onere dell’interessato che intende prolungare la durata di un titolo di proprietà industriale, attivarsi nelle forme previste dall’ordinamento per conseguirne il mantenimento in vita o il rinnovo con pagamenti da eseguire entro il 30 giugno 2020.

L’Ufficio precisa inoltre che viene confermata l’esclusione dal perimetro applicativo della sospensione prevista dalla richiamata norma dei termini relativi ai ricorsi dinanzi alla Commissione dei ricorsi, in quanto gli stessi si riferiscono a procedimenti di natura giurisdizionale e non amministrativa.

Infine va sottolineato che per le domande internazionali di brevetto e le domande di brevetto europeo al primo deposito, per le domande di marchio internazionale e di rinnovo di marchi internazionali i termini non sono sospesi, se non nei limiti indicati dagli organi competenti.

Lascia un commento