Fiat Panda: 40 anni di storia del design

Era il 1976 quando Giorgetto Giugiaro e Aldo Mantovani, curatori del progetto, iniziavano a progettare la Panda, la piccola citycar che negli anni è diventata una vera e propria icona del marchio Fiat e che quest’anno compie i 40 anni.

Viene presentata il 29 febbraio 1980 al Salone di Ginevra come la nuova utilitaria della casa torinese, nata dall’esigenza di commercializzare un’auto versatile, robusta e soprattutto accessibile alle tasche dei più.
“La Fiat ci ha imposto pesi, costi e motore. Passo e dimensioni li abbiamo definiti noi, così come il prodotto. Abbiamo sottoposto alla Fiat un’analisi su pesi, dimensioni e costi rapportati agli altri modelli del gruppo e della concorrenza. Le decisioni sono venute in seguito a un’analisi di un’estetica attuale, di un’abitabilità eccezionale e, soprattutto, in base ai risultati conseguiti in termini di peso e di costo”, ricordava Giugiaro in un’intervista uscita su Auto&Design no.3 (aprile-maggio 1980).

Il design innovativo

“Per disegnare la Panda siamo partiti da una sfida di peso e di costo. […] Disegnare l’auto più spaziosa e multifunzionale possibile, restando negli stessi valori di peso e di carrozzeria della Fiat 126. Per questo ho spogliato la vettura di ogni fronzolo: le suppellettili sono scomparse. Sono invece ricomparsi i cristalli piatti, più economici ed è sparita la tradizionale confezione a molle dei sedili posteriori; via il rivestimento interni delle porte e del tetto, via i gocciolatoi” spiega Giorgetto Giugiaro.
Disegna quindi un’auto rivoluzionaria, in cui l’architettura diventa un elemento estetico e decorativo, pensata per i padri di famiglia, utilizzabile anche dalle donne per portare i bambini a scuola ma anche appetibile per un pubblico più giovane.

Quarant’anni ricchi di storia e riconoscimenti

Come spiega questo articolo, “in 40 anni di onorata carriera il ‘’Pandino’’ ha guadagnato una lunghissima serie di primati e successi internazionali; a partire dal 1983 quando divenne la prima citycar nella storia ad adottare il sistema di trazione integrale 4X4, passando per il 1986 quando divenne la prima utilitaria diesel, fino ad arrivare al 1990 quando, grazie alla sua versione denominata ‘’Elettra’’, è stata la prima citycar elettrica mai commercializzata su larga scala da una casa automobilistica”.
Più recentemente, la seconda generazione è stata nominata nel 2005 “Auto dell’Anno’’ e, nello stesso periodo, è riuscita a scalare il monte Everest, diventando così la prima citycar nella storia ad essere giunta fino a quota 5.200 metri. L’anno successivo, è stata la prima utilitaria alimentata a metano.
Nel 2013, la versione 4X4 è stata nominata “SUV dell’anno” dalla rivista automobilistica britannica TopGear, mentre nel 2017, un modello 4×4 Cross è giunto al traguardo della Dakar-Rally, conquistando il titolo di prima citycar e auto italiana a completare per intero la celebre manifestazione.
La terza generazione di Panda è la più venduta in Italia e a mesi alterni si classifica fra le utilitarie maggiormente acquistate in Europa, in particolare nella versione GPL.
A partire dal gennaio di quest’anno è diventata la capostipite dei modelli ibridi della Fiat.

Insomma, quarant’anni molto ricchi ed intensi che hanno contribuito a rendere celebre nel mondo un marchio italiano così importante.

Buon compleanno Panda!

Lascia un commento