Napoli – 22 Ottobre 2013

Napoli – 22 Ottobre 2013

L’ENFORCEMENT DEL MARCHIO COMUNITARIO

OBIETTIVI

Il seminario vuole fare il punto sul sistema del marchio comunitario per come lo abbiamo conosciuto finora e per come si prospetta in futuro a seguito della riforma in discussione a Bruxelles.

L’esperienza attuale ci mostra più luci che ombre nel senso che sono molte di più le imprese che hanno ottenuto, con costi ragionevoli, una valida tutela dei loro marchi per i ventotto paesi dell’Unione Europea rispetto a quelle che hanno ricevuto esito negativo.

Tuttavia, la stessa esperienza attuale ci dimostra che per il migliore raggiungimento del risultato occorrono una serie di attività sia propedeutiche sia successive alla registrazione del marchio.

PROGRAMMA

Un pool di professionisti cercherà di spiegare non solo cosa serva per la valida costituzione dei diritti su un marchio comunitario ma anche cosa occorre fare per il suo “mantenimento in vita”.

Infatti, una volta acquisito il diritto sul marchio comunitario, esso deve essere salvaguardato dal possibile indebolimento della sua capacità di

stintiva. Tale indebolimento, può avvenire se il titolare del marchio tollera il contemporaneo uso da parte di propri concorrenti di marchi identici o simili.

Nel seminario si riferirà anche di quanto e come sia mutato l’enforcement giudiziale in materia di marchi sia in merito alle procedure (si veda, fra i tanti, la recente creazione dei Tribunali per le Imprese) e sia in merito all’oggetto della tutela.

In questo senso ci si soffermerà – oltre che sull’enforcement del marchio – anche sulla tutela giudiziale del design e del diritto d’autore per riferire di quelle fattispecie affatto particolari che definiamo “falso d’autore”.

Nel corso dell’evento si cercherà di spiegare q

uali sono gli strumenti di “enforcement”  in sede amministrativa (opposizioni) e in sede giudiziale mentre, nel pomeriggio, una serie di focus tematici permetterà l’approfondimento di alcuni temi specifici.

Infine, il seminario si avvarrà dell’esperienza dei dirigenti del Ministero dello Sviluppo Economico (D.G.L.C. – U.I.B.M.) che riferiranno sui contenuti e lo stato di attuazione della riforma del diritto dei marchi a livello comunitario e di cui si prevede l’attuazione già nel corso del 2014.

Programma Napoli

Comments are closed.