Nuovo Patent box: autoliquidazione del beneficio in dichiarazione

Con la circolare n. 28/E del 29 ottobre 2020, l’Agenzia delle Entrate ha fornito chiarimenti e soluzioni interpretative sulle modalità di fruizione del nuovo “Patent box” a seguito delle modifiche contemplate nell’articolo 4 del Decreto crescita (D.L. n. 34/2019).
In particolare, viene illustrata la corretta interpretazione in riferimento al rapporto tra l’opzione Patent box e la nuova “autoliquidazione” che prevede una generale facoltà di “autoliquidazione” del relativo beneficio e, quindi, la possibilità da parte del contribuente di determinare in maniera autonoma ed indicare direttamente in dichiarazione l’agevolazione che gli spetta.

Il nuovo documento di prassi recepisce i suggerimenti degli operatori economici, degli ordini professionali e delle associazioni di categoria che hanno partecipato alla consultazione pubblica. E’ stato, pertanto, chiarito che nel nuovo regime Patent Box è prevista una generale facoltà di “autoliquidazione” del relativo beneficio, per cui il contribuente ha facoltà di determinare in maniera autonoma ed indicare direttamente in dichiarazione l’agevolazione spettantegli rinviando, così, il confronto con l’Amministrazione Finanziaria alla successiva fase di controllo.

Lascia un commento