Ore decisive per l’assegnazione del Tribunale Unificato dei Brevetti

La sede del Tribunale Unificato dei Brevetti, venuta a mancare la destinazione londinese a causa del Brexit, verrà assegnata il 10 settembre prossimo venturo.

Nella speranza che Milano possa essere una valida alternativa, questo è l’ultimo aggiornamento del Consiglio dell’Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale sullo stato dei lavori:

“(….) la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha annunciato di aver “individuato Milano come città candidata ad ospitare il Tribunale Unificato dei Brevetti e Torino come sede principale per l’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A). L’obiettivo è creare una sinergia tra le due città e il Governo e allo stesso tempo consolidare l’asse nord-ovest del Paese: una strategia che renderebbe ancor più forti Milano e Torino e, con esse, l’Italia.

La scelta di Milano quale candidata per la terza sede centrale del Tribunale unificato dei Brevetti è una decisione strategica, in direzione di un ulteriore contributo italiano allo sviluppo e alla crescita dell’Unione Europea. Sarebbe al fianco di Parigi e Monaco nel compito di registrare le nuove scoperte e soluzioni ideate nel campo delle scienze umane e del farmaceutico. 

Torino è stata invece scelta come sede principale per L’Istituto Italiano per l’Intelligenza Artificiale (I3A), il network che coordinerà le varie attività di ricerca in questo campo e che costituirà uno dei tasselli principali della strategia definita dal Ministero per lo sviluppo economico (MISE). Si tratta di una struttura di ricerca e trasferimento tecnologico capace di attrarre talenti dal mercato internazionale e, contemporaneamente, diventare un punto di riferimento per lo sviluppo dell’intelligenza artificiale in Italia, in connessione con i principali trend tecnologici (tra cui 5G, Industria 4.0, Cybersecurity). I settori principalmente coinvolti saranno quelli della manifattura e robotica, IoT, sanità, mobilità, agrifoood ed energia, Pubblica amministrazione,  cultura e digital humanities, aerospazio.”

(…) Lunedì 7 settembre la Presidente dell’Ordine [la Dott.ssa Anna Maria Bardone] parteciperà insieme al Presidente Regione Lombardia [Attilio Fontana], al Sindaco di Milano [Giuseppe Sala], alla dott.ssa Marina Tavassi e alle altre istituzioni del Tavolo tecnico, che hanno lavorato alla candidatura di Milano, alla conferenza stampa sul tema.”

Incrociamo le dita e auguriamoci che Milano questa volta possa rifarsi della sfortunata esperienza del 2017 con l’Agenzia Europea per il Farmaco.

Lascia un commento