Patent box: l’Italia si avvicina all’Europa nel regime di tassazione dei brevetti

Patent box: l’Italia si avvicina all’Europa nel regime di tassazione dei brevetti

La Legge di Stabilità ha introdotto una novità in merito al regime di tassazione dei brevetti che avvicina l’Italia ad altri Paesi Europei. Il nuovo regime, cosiddetto “Patent Box” prevede l’esenzione integrale sia ai fini Ires che ai fini Irap del 50% delle royalties ritratte dalla concessione in licenza dei propri brevetti e altri beni immateriali. Per l’anno 2014 e 2015, la percentuale di redditi esenti è pari rispettivamente al 30% e al 40 per cento.
Anche le aziende che non licenziano i propri brevetti, ma li utilizzano internamente, potranno beneficiare dell’esenzione, per la porzione di reddito derivante dall’utilizzo del brevetto stesso. Tale porzione dovrà essere individuata in via preventiva con l’agenzia delle Entrate mediante una procedura di ruling. La stessa procedura dovrà essere seguita anche quando gliintangibles siano licenziati a società facenti parte dello stesso gruppo.
È prevista poi l’esclusione dal reddito in misura integrale anche per le plusvalenze derivanti dalla cessione dei beni immateriali, a condizione però che almeno il 90% della plusvalenza realizzata venga reinvestita in ricerca.

 

Comments are closed.