Patent Box: parola fine per i marchi di impresa

Patent Box: parola fine per i marchi di impresa

Le imprese che – terminato il processo di ruling – hanno firmato l’accordo preventivo nell’anno 2015 hanno facoltà, entro il 30 settembre 2019, di esercitare l’opzione di rinnovo oppure no. Analoga situazione si presenterà l’anno successivo per le imprese che richiesero l’agevolazione nel 2016. La volontà di rinnovo, infatti, ai sensi della normativa deve essere dichiarata almeno 90 giorni prima del termine dei cinque anni di validità dell’opzione. In caso di mancato esercizio dell’opzione nel termine, il beneficio decadrà automaticamente. Pare certo che se il contribuente non eserciterà il rinnovo avrà sempre la possibilità di esercitare nuovamente l’opzione di accesso presentando un’apposita nuova domanda.

Occorre tenere nel debito conto, però, che con il decreto 28 novembre 2017 il marchio non rappresenta più un IP agevolabile, essendolo stato solo per il primo quinquennio. Ciò significa che non vi è alcuna possibilità di rinnovo per chi, tra i beni agevolabili, presentava solo il marchio di impresa, più complessa, invece, la manifestazione di rinnovo qualora il marchio fosse stato uno dei beni per cui era stata avanzata istanza di agevolazione.

Lascia un commento