Scadenze rinviate al 15 giugno 2020 per marchi e brevetti

Il decreto “Cura Italia”, intervenuto a sostegno delle imprese in difficoltà a seguito dell’emergenza da Coronavirus, ha previsto tra le tante altre disposizioni, che i titoli di proprietà industriale – quali marchi e brevetti – in scadenza tra il 31 gennaio e il 15 aprile 2020, conservano la loro validità fino alla data del 15 giugno 2020.
Successivamente, spetterà al titolare, che intenda prolungare la durata di un titolo di proprietà industriale, attivarsi al fine di conseguirne il suo mantenimento in vita o rinnovo.

È stato stabilito anche lo slittamento dei termini previsti per diversi bandi già programmati, tra cui i bandi “Marchi+3” e “Disegni+4”.

Riassumendo: alla data odierna, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi, dopo un primo intervento effettuato a mezzo del Decreto direttoriale dell’11 marzo 2020, che ha sospeso i termini dei procedimenti pendenti in scadenza, ha visto ampliare le misure già assunte in forza dell’art. 103, comma 1, del decreto Cura Italia (D.L. n. 18/2020). La sospensione riguarda tutti i termini, ivi inclusi quelli perentori, relativi a procedimenti amministrativi, su istanza di parte o d’ufficio, pendenti alla data del 23 febbraio 2020 o iniziati successivamente a tale data e vale per il periodo compreso tra il 23 febbraio 2020 e il 15 aprile 2020.

Lascia un commento