Tutela del marchio Parmigiano Reggiano: anche il colosso Campbell’s si è dovuto piegare

Altra battaglia vinta dal Consorzio del Parmigiano Reggiano. Anche il colosso americano delle zuppe Campbell’s ha accettato le richieste in merito all’eliminazione di ogni riferimento ingannevole al prodotto italiano dalle confezioni di alcuni prodotti.

In particolare, la diatriba era sorta relativamente alla linea di sughi “Prego” sul cui packaging erano visibili foto di porzioni di formaggio con i noti puntini che vengono impressi all’origine su ogni forma di Parmigiano Reggiano. Va inoltre sottolineato che i sughi Campbell’s riportano in etichetta, tra gli ingredienti usati, anche l’indicazione “parmesan” che nulla ha a che fare con l’originale prodotto DOP italiano.

Questo importantissimo risultato si colloca nell’ambito di una vera e propria guerra che il Consorzio sta affrontando contro diverse multinazionali. Infatti, già qualche mese fa è stato depositato un ricorso contro la Kraft, che sta tentando di ottenere la registrazione del Kraft Parmesan Cheese come marchio ufficiale in Nuova Zelanda, Paese in cui il marchio DOP italiano è già registrato da vent’anni. Contestazioni simili sono in corso di svolgimento anche in Australia, Uruguay, Paraguay, Cile, Thailandia, Ecuador.

Lascia un commento